Per informazioni » (+39) 095 644152

Richiesta compartecipazione al Comune di Piedimonte Etneo In evidenza

Giovedì, 26 Novembre 2015 00:00 Scritto da 

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI
                                    PIEDIMONTE ETNEO


    OGGETTO: Anno Santo Straordinario della Misericordia nel Santuario Mariano di Vena di Piedimonte Etneo. Richiesta Compartecipazione.

    Noi sottoscritti firmatari, nella qualità di amici, frequentatori e devoti della Madonna di Vena, in occasione della circostanza mondiale indicata in oggetto, chiediamo alla S.V. di volere attuare tutte quelle iniziative volte a far si che l'avvenimento, possa trovare la giusta rispondenza che merita, attraverso tutti quei preparativi che si renderanno necessari.

Il Giubileo straordinario della Misericordia, indetto da Papa Francesco, prenderà il via a Vena il prossimo 20 dicembre e per la borgata rappresenterà un evento di particolare rilievo poiché il nostro Santuario è stato proclamato "Porta Santa" della Diocesi di Acireale. Per questo motivo, si stima che il flusso di pellegrini e devoti che interessa la frazione subirà un notevole incremento, grazie ai fedeli che raggiungeranno Vena per attraversare la Porta e lucrare le indulgenze.

L'Anno Santo prende origine dall'Ebraismo e veniva celebrato ogni cinquatennio. In quel periodo, inteso come un tempo di riconciliazione e di giustizia, le attività lavorative venivano sospese, si viveva di quello che la terra offriva spontaneamente all'uomo ed agli animali; tutti i beni materiali venivano resi al loro padrone originario. Il Cristianesimo ha recepito la tradizione, celebrandolo però ogni venticinque anni, salvo la discrezionalità di ogni Pontefice di proclamare un Anno Santo in maniera straordinaria, così come in questa circostanza.

Nello specifico, i firmatari chiedono:

Sistemazione segnaletica stradale-turistica che conduce a Vena, in tutte le strade del Comune di Piedimonte che sono di accesso alla frazione, onde consentire agli autoveicoli diretti al Santuario di accedervi in maniera serena oltre che facile.

Sistemazione di un grande cartello storico che presenti le origini del Santuario di Vena. Esso potrebbe essere posto all'ingresso della Piazza Santuario.

Sistemazione dell'accesso della rampa ubicata all'ingresso del parcheggio attiguo alla ex "Pro Loco", per consentire ai pullman di parcheggiare, tenuto conto che si prevede una notevole presenza di tali automezzi pesanti.

Predisposizione di apposita segnaletica nell'ambito della frazione, che indichi l'ubicazione del parcheggio.

Avviare un confronto con gli attuali gestori della ex Pro Loco di Vena, con l'obiettivo di far fronte, attraverso le potenzialità della struttura, alla accresciute esigenze di accoglienza ed ospitalità che si manifesteranno nella borgata.

Adeguata manutenzione e sistemazione della Piazza del Santuario, soprattutto nella parte ove ci sono i pini, sì da rendere accogliente e confortevole l'accesso pedonale.

Pulizia straordinaria delle strade di accesso alla borgata, soprattutto di quelle ove la sporgenza di rami di alberi crea disagio ai mezzi di trasporto ed in particolar modo a quelli pesanti, che specie nelle curve sono costretti ad immettersi nella corsia opposta per mancata visibilità del percorso stradale corretto.

Adeguata sistemazione e riattivazione dei 4 bagni pubblici ubicati nella parte antistante il Santuario.

Risolvere in via definitiva il problema del randagismo che affligge la frazione da lungo tempo.

Pulizia delle stradine rurali della frazione per permettere ai pellegrini di spaziare nei boschi e di passeggiare anche per una maggiore conoscenza del territorio, che nel tempo potrebbe divenire meta di turismo rurale.

Presenza di forze dell'ordine nelle giornate ricadenti di domenica e festive, per la prevista grande presenza di persone e mezzi.

Fornitura straordinaria di contenitori per la raccolta dei rifiuti e relativo prelievo, in maniera pressochè quotidiana.


    Sarà cura del Parroco-Rettore, Don Carmelo La Rosa, fare avere periodicamente l'elenco delle presenze già annunciate, al fine di facilitare la collaborazione fra Ente Pubblico ed Ente Ecclesiastico. Inoltre, al fine di perfezionare l'attività di collaborazione fra le due Istituzioni, sarebbe gradito il nominativo di un referente Istituzionale, con il quale poter dialogare e confrontarsi, per tutte le necessità che emergeranno nel corso dell'anno Giubilare.

    Si fa infine presente che l'inizio di tale importante evento, che ha voluto riconoscere nella piccola frazione di Vena, uno dei luoghi mondiali per "l'acquisto delle indulgenze" in occasione di quest'anno Giubilare, avrà luogo già a decorrere dal prossimo 20 dicembre 2015 e la conclusione è prevista per il 20 Novembre 2016.

    Il Santuario, motu proprio, sta provvedendo a diverse  sistemazioni di vario genere nel Santuario, ma ciò non toglie che qualora lo si ritenesse fattibile, sarebbe gradito anche un contributo di natura economica, oltre quanto su indicato, al fine di affrontare ancor meglio le spese necessarie.

    Restando in attesa di cortese riscontro a quanto richiesto, nella certezza di trovare favorevole accoglimento, è gradito porgere distinti saluti.

    Vena, lì  5. 11.2015


                                                                                    I FIRMATARI
                                                                                    seguono circa 200 firme

Ultima modifica il Giovedì, 26 Novembre 2015 12:05
Letto 1033 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Commenti Recenti